Tempo di lettura: < 1 minuto

Splendida Val di Fiemme con i suoi boschi infiniti, le grandi distese erbose puntellate di fiori variopinti e le mille farfalle che vi si posano e, lassù, il bianco delle nuvole fa da contrasto all’azzurro intenso del cielo.

Il rumore del ruscello che corre lungo la strada sterrata alla mia destra si oppone deciso a quello delle auto che alla mia sinistra sfrecciano sull’asfalto in lontananza solo qualche decina di metri più in la, la modernità con le sue tentazioni e la natura con i suoi spazi infiniti e silenzi di pace ed io che cammino con i sassi che scricchiolano sotto ai miei passi, e mi sento combattuta e non so cosa scegliere tentata da entrambe per motivi diversi fino a che il mio sguardo si posa sul mio Babis compagno peloso di mille avventure che seduto tra l’erba mi aspetta paziente e, mentre ascolto il suo respiro affannoso i miei occhi si incontrano coi suoi e capisco in un attimo che il mondo vero è la, tutto dentro la sua innocenza.

Leave a Reply